+ Rispondi al Thread
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 10 su 19

Discussione: Windows 7: Spostare la cartella Users su altra Partizione

  1. #1
    Post
    2,255
    Blogs
    6

    Windows 7: Spostare la cartella Users su altra Partizione

    Prima di illustrarvi la procedura che permette di spostare la cartella Utenti su una Partizione secondaria, è doveroso da parte mia fare alcune premesse: 
    1. Personalmente sconsiglio di spostare la cartella Utenti dopo l’installazione, consiglio di pianificare lo spostamento in fase di prima installazione, tramite modifica delle impostazioni di installazione, oppure attraverso la guida: http://forum.masterdrive.it/microsof...users-d-44719/
    2. E’ consigliabile (per non dire obbligatorio) effettuare un backup dei dati ritenuti importanti, e contestualmente, creare un punto di ripristino PRIMA di procedere allo spostamento della cartella
    3. Anche se testo sempre le procedure prima di proporle, non voglio essere ritenuto responsabile se qualcosa non vi funzionerà (fate i backups);
    4. Sarò comunque a disposizione per possibili problematiche che verranno riscontrate, ma abbiate pazienza nell’aspettare le risposte
     

    Operazioni Preliminari: 
    1. Createvi un backup dei dati (come detto nelle premesse)
    2. Copiatevi l’attuale denominazione delle Partizioni (es: C = Sistema, D = Dati, E = CD/DVD; oppure: C = Sistema Win7, D = Sistema XP , E = Dati, F = CD/DVD); la denominazione va presa accedendo con il sistema windows 7 che intendete modificare, non copiate la denominazione accedendo con un altro sistema operativo perché creerà solo problemi.
    3. Per maggiore precauzione, potete creare dei file di testo vuoti all’interno di ogni partizione, a cui assegnerete il nome-descrizione dell’attuale unità (es: create un file di testo dentro C e chiamatelo unita-C-Win7, create un file di testo dentro D e chiamatelo unita-D-Dati o unita-D-WinXP, Etc… insomma create dei file che vi permettano di identificare la partizione in maniera univoca)
    4. Se non avete installato la partizione di Ripristino (che si auto installa alla prima installazione in una partizione nascosta) procuratevi un DVD di installazione di Windows 7 (non utilizzate DVD di recovery proprietari se questi non contengono solamente il sistema operativo)
     

    Procedura:  
    1. La prima cosa da fare è accedere al prompt di ripristino, per farlo bisognerà premere F8 durante la fase di avvio e scegliere l’opzione "Ripristina il Computer"; Vi verrà chiesto di scegliere la lingua della tastiera da utilizzare (Italiano) e di immettere le credenziali di un utente amministratore (selezionate un utente che abbia i diritti amministrativi); A questo punto vi verrà proposta una finestra con una serie di utility a disposizione, bisognerà scegliere "PROMPT DEI COMANDI"; Una volta all’interno del prompt, vi verrà proposto il percorso X:\Windows\System32> , questo perché vi troverete all’interno della partizione di recovery che non è la partizione del vostro sistema C, da questo momento in poi bisognerà prestare molta attenzione perché la denominazione delle unità (Partizioni) sarà sicuramente differente rispetto a come viene presentata col sistema Avviato. 
    2. Bisognerà identificare le Unità con l’attuale denominazione, per farlo dovete spostarvi all’interno delle partizioni e digitare il comando DIR che vi permetterà di vederne il contenuto; in base al contenuto sarete in grado di identificarla.(attraverso il contenuto o attraverso il file di testo che avrete creato in precedenza); per entrare nelle varie partizioni dovrete digitare la lettera, seguita dai 2 punti, e premere invio... successivamente date il comando DIR che vi mostrerà il contenuto; al termine delle analisi digitate nuovamente X: e verrete spostati nuovamente in X:\Windows\System32> (percorso dal quale daremo tutti i comandi futuri) 
    3. Una volta che avrete la denominazione regolare a sistema avviato e la denominazione assegnata sul prompt di recovery, potete proseguire.
    <<Per fare un esempio pratico posterò una configurazione fittizia ed userò le lettere di tale configurazione nei comandi:
    • Unità presenti a sistema avviato: C = Windows 7 ; D = Windows XP ; E = DATI
    • Unità presenti nel prompt di ripristino: C = Windows XP ; D = DATI ; E = Windows 7
    Per capire a quali partizioni facevano riferimento le lettere mostrate sul Prompt, ho eseguito i seguenti passaggi:
    C: (invio)
    Dir (invio) (analisi del contenuto mostrato che mi ha portato a capire che si trattava della partizione con WindowsXP)
    D: (invio)
    Dir (invio) (analisi del contenuto che mi ha portato a capire che si trattava della partizione dati)
    E: (invio)
    Dir (invio) (analisi del contenuto che mi ha portato a capire che si trattava della partizione di sistema windows 7)
    X: (invio) (ritorno nella posizione di partenza)
    Notate come le lettere sono cambiate e non puntano più alle stesse partizioni.>>

     
    4 – Bisogna creare la cartella Users all’interno della partizione voluta, magari nella partizione DATI:
    Comando: 
    X:\Windows\System32>mkdir D:\Users 
    5 – Ora bisogna copiare il contenuto della cartella Users del sistema Windows 7 dentro la cartella Users creata nella partizione DATI: 
    Comando:
    X:\Windows\System32>Robocopy E:\Users D:\Users /E /COPYALL /XJ
    Notate che E:\Users è la cartella che normalmente vediamo in C:\Users in quanto la lettera E: fa riferimento al nostro C (nella vostra configurazione tali lettere potrebbero essere differenti, per questo è importante che facciate la verifica per determinare le lettere che corrispondono alle vostre unità)
     
    6 – Adesso bisognerebbe eliminare la cartella Users dalla partizione di sistema, ma per maggiore cautela eviteremo di eliminarla e ci limiteremo a rinominarla (potrà essere eliminata in futuro se tutto è andato bene)
    Comando:
    X:\Windows\System32>Ren E:\Users E:\Users_bak 
    7 – Creiamo un JUNCTION POINT che punti alla nuova cartella Users
    Comando: 
    X:\Windows\System32>mklink /J E:\Users E:\Users 
    Qualcuno starà pensando che ho sbagliato ad inserire 2 volte il percorso E:, invece, in questa circostanza va scritto proprio così, perchè il link di giunzione deve puntare alla lettera assegnata quando il sistema è già avviato e non alla lettera assegnata che vediamo nel prompt dei comandi.
    il primo percorso è giusto che sia E:\Users perché il link dev’essere creato all’interno della partizione che sarà C a sistema avviato, ed al momento E: è il mio C
    il secondo percorso, invece, se andate a rileggere poco sopra, vedrete che col sistema avviato la mia partizione dati era proprio la E:, quindi il link deve puntare alla lettera E:; se avessi inserito D:\Users (in base alle informazioni presenti sul prompt) mi sarei ritrovato il link con un puntamento alla partizione sbagliata. (a sistema avviato il link avrebbe puntato D:\Users che sarebbe stato inesistente)
     

    8 – A questo punto digitate: Exit e riavviate il sistema.
     
    ------------------------------------------------------------------- 

    Se non avete commesso errori nel digitare i comandi e se non avete fatto confusione con le lettere delle unità, il sistema ripartirà senza problemi e vedrete un collegamento presente in C, chiamato C:\Users (con l’icona di un collegamento).
    Tale cartella, seppure presente in C, effettivamente punta alla partizione DATI e tutte le modifiche fatte all’interno di C:\Users saranno eseguite all’interno di DATI\Users.
     
    Non bisogna eliminare il link di giunzione C:\Users per nessun motivo, altrimenti il sistema non ripartirà correttamente.

    Il fatto che nella barra degli indirizzi compaia ancora il percorso completo nella forma C:\Utenti\nomeutente\Documenti\etc...etc... non deve trarvi in inganno, è una particolarità dei Junction Points, ma in realtà i dati non riesiederanno nel percorso visualizzato, ma (come già detto) risiederanno sul nuovo percorso nella partizione separata.
     
    Una volta che sarete convinti che tutto funzioni come dovrebbe, eliminate serenamente la cartella di Users che avevate rinominato (Users_bak).


    Cosa fare in caso di problemi che impediscono l’accesso al sistema ? 
    1. Ritornate nel prompt di recovery attraverso la procedura iniziale
    2. Eliminate il link Users dall’interno della cartella di sistema: rmdir unità:\Users (dove unità sarà la partizione in cui è presente la cartella Users_bak e Users sarà il link che avevamo creato)
    3. Rinominate la cartella Users_bak in Users : ren unità:\Users_bak unità:\Users
    In questo modo avrete rispristinato la vecchia cartella Users e tutto sarà tornato come prima (andrà eliminata successivamente la cartella Users presente nella partizione Dati)

    Per dubbi e perplessità chiedete pure (ovviamente prima registratevi al forum se non lo siete)

    Ciao
    Ultima modifica di Fix; 24-11-2010 12:51 
    NB: Per copiare il codice inserito con il SyntaxHighlighter (codice colorato con numeri di riga a fianco), prima si deve eseguire un DoppioClick sul codice e successivamente copiarne il contenuto, altrimenti si avranno problemi di Formattazione
    ___
    VB.Net: {Extension Methods} {Lambda Expressions} {BinaryFormatter} {GetExternalIp} {CustomBinding}
    HowTo: {Windows 7 - Installare il Sistema su C e la cartella Users su D}{Windows 7 - Spostare la cartella Users su altra Partizione}
    Blog: {Fix's Blog}

  2. #2
    caggiad non è in linea Novello
    Post
    5
    ciao grazie per la risposta,
    un dubbio
    non bisogna modificare il registro di sistema?

  3. #3
    Post
    2,255
    Blogs
    6
    Quote Originariamente inviato da caggiad
    ciao grazie per la risposta,
    un dubbio
    non bisogna modificare il registro di sistema?
    Ho intenzionalmente omesso di inserire la modifica del registro perchè, a differenza dell'altra guida, il link sul disco C non può essere rimosso.

    Non potendo eliminare il link su C, decade il dover modificare il registro, perchè comunque ogni chiamata a C:\Users verrà redirectata sul percorso linkato.

    Tale "problema" credo sia dovuto alla creazione del profilo avvenuta al primo accesso, infatti è in questo momento che vengono generati tutti i collegamenti alle cartelle utente.
    Modificando il registro durante la prima installazione (e prima della creazione del primo utente), fa si che tutti i collegamenti vengano creati puntando al percorso specificato nel registro di sistema.... ma se si decide di cambiarlo in corso d'opera, ecco che tutti i collegamenti andranno persi perchè punteranno a percorsi differenti...

    Per questi motivi è preferibile non modificare il registro e, soprattutto, non eliminare il Juction Point C:\Users.


    @Moderatori
    Mi sono accorto di aver sbagliato 2 cose nella guida ed ho subito rilasciato un Service Pack per risolvere, pregherei di integrare le modifiche di sotto alla guida (non posso più modificare il messaggio) e cancellarle da questo messaggio.

    SERVICE PACK 1

    I comandi di RENAME sono sbagliati, i comandi corretti sono:
    6 – Adesso bisognerebbe eliminare la cartella Users dalla partizione di sistema, ma per maggiore cautela eviteremo di eliminarla e ci limiteremo a rinominarla (potrà essere eliminata in futuro se tutto è andato bene)
    Comando:
    X:\Windows\System32>Ren E:\Users E:\Users_bak 
    X:\Windows\System32>Ren E:\Users Users_bak 
    Rinominate la cartella Users_bak in Users : ren unità:\Users_bak unità:\Users
    ren unità:\Users_bak Users
    Poi c'è un'aggiunta sempre a riguardo del Punto 6.

    Il rinominare la cartella in "Users_bak" farà comunque comparire una cartella "Utenti" all'interno del Disco C: , questo è normale e tale cartella andrà eliminata il prima possibile.
    Quindi, al termine della guida, una volta che il riavvio è andato a buon fine e non si sono verificati errori, bisogna ritornare nel "prompt di recovery" e rimuovere la cartella Users_bak. Per farlo dovete usare il seguente comando:

    codice:
    X:\Windows\System32>rmdir unità:\Users_bak /S /Q
    Dove unità sarà la lettera che corrisponde al Disco C con sistema avviato.
    NB: Per copiare il codice inserito con il SyntaxHighlighter (codice colorato con numeri di riga a fianco), prima si deve eseguire un DoppioClick sul codice e successivamente copiarne il contenuto, altrimenti si avranno problemi di Formattazione
    ___
    VB.Net: {Extension Methods} {Lambda Expressions} {BinaryFormatter} {GetExternalIp} {CustomBinding}
    HowTo: {Windows 7 - Installare il Sistema su C e la cartella Users su D}{Windows 7 - Spostare la cartella Users su altra Partizione}
    Blog: {Fix's Blog}

  4. #4
    caggiad non è in linea Novello
    Post
    5
    ciao....
    io ho fatto una prova su una virtual machine e le operazioni funzionano...
    c'è il problema sul comando Robocopy E:\Users D:\Users /E /COPYALL /XJ....non viene accettato per errore di sintassi...
    almeno che non sto sbagliando io....
    quindi ho usato
    ROBOCOPY C:\Users D:\Users /MIR /E /XJ
    senza ovviamente tener conto della corrispondenza delle unità...
    e il non funzionava il ren ma ho visto che te ne sei accorto...
    per il resto nulla funziona tutto....
    penso che stasera proverò direttamente sul mio pc..
    ti ringrazio

  5. #5
    Post
    2,255
    Blogs
    6
    Ciao caggiad,
    alcune precisazioni prima di commettere errori.

    i parametri che ho inserito: /E /COPYALL /XJ , hanno un loro significato ben preciso, e vanno utilizzati tutti e 3:

    /E = dice di copiare l'intera "alberatura" della directory, compreso le cartelle vuote
    /COPYALL = dice di copiare tutte le informazioni dei files (attributi, permessi, etc..)
    /XJ = dice di saltare gli junction point (che di default sono presenti)

    Se ometti /COPYALL potresti avere problemi di accesso alle cartelle, perchè verrebbero copiati i permessi dell'utente che effettua la copia (che in molti casi è lo stesso che poi utilizza il sistema, ma non sempre);
    Inserire /MIR ed /E insieme non ha senso, e nel caso specifico non serve /MIR, perchè:

    /MIR = crea un mirror della directory eliminando le cartelle di destinazione se esse non esistono nella cartella di origine (equivale a /E + /PURGE)

    Ma essendo che la cartella di destinazione è una cartella nuova creata per l'occorrenza, essa non conterrà nulla che dovrà essere eliminato, quindi /MIR è superfluo, basta /E.

    Non so se il problema possa dipendere dal fatto che hai provato su una macchina virtuale (o se avevi dimenticato di creare la cartella Users sulla seconda partizione), però cerca di usare i parametri che ho suggerito per le motivazioni che ho dato.

    Ciao
    Ultima modifica di Fix; 25-11-2010 15:54 
    NB: Per copiare il codice inserito con il SyntaxHighlighter (codice colorato con numeri di riga a fianco), prima si deve eseguire un DoppioClick sul codice e successivamente copiarne il contenuto, altrimenti si avranno problemi di Formattazione
    ___
    VB.Net: {Extension Methods} {Lambda Expressions} {BinaryFormatter} {GetExternalIp} {CustomBinding}
    HowTo: {Windows 7 - Installare il Sistema su C e la cartella Users su D}{Windows 7 - Spostare la cartella Users su altra Partizione}
    Blog: {Fix's Blog}

  6. #6
    caggiad non è in linea Novello
    Post
    5
    ciao,
    non preoccuparti so il significato dei comandi....
    ma siccome continuava a dare errore ho copiato la sintassi da un altro sito (stesso argomento) per vedere se riuscivo a portare a termine l'operazione....tanto è una virtual machine...
    quello che volevo capire era se sei sicuro della sintassi perchè dos mi da errore...
    comunque proverò sulla macchina fisica e poi ti faccio sapere...
    ti ringrazio

  7. #7
    caggiad non è in linea Novello
    Post
    5
    ma secondo te,
    il cambiamento delle denominazioni in fase di ripristino potrebbe causare errori anche alle applicazioni di ripristino tipo acronis che si avviano da cd di boot....
    perchè a me acronis mi da l'errore che non trova l'unità di boot..
    ciao grazie

  8. #8
    Post
    2,255
    Blogs
    6
    Dovresti spiegare meglio cosa intendi, perchè non ho ben capito.

    Anche io utilizzo software Acronis per backup dati e backup immagini di sistema ma è sempre bastato eseguire l'applicativo da locale (installato) e fare un rollback selezionando un'immagine salvata.

    Anche utilizzando il cd di Boot il discorso non cambia, viene avviato una versione di Acronis che ti permette di scegliere il sorgente (l'immagine tlb) e la partizione di destinazione (o l'intero disco nel caso di immagine di un disco).
    NB: Per copiare il codice inserito con il SyntaxHighlighter (codice colorato con numeri di riga a fianco), prima si deve eseguire un DoppioClick sul codice e successivamente copiarne il contenuto, altrimenti si avranno problemi di Formattazione
    ___
    VB.Net: {Extension Methods} {Lambda Expressions} {BinaryFormatter} {GetExternalIp} {CustomBinding}
    HowTo: {Windows 7 - Installare il Sistema su C e la cartella Users su D}{Windows 7 - Spostare la cartella Users su altra Partizione}
    Blog: {Fix's Blog}

  9. #9
    palver non è in linea Novello
    Post
    2
    Quote Originariamente inviato da Fix978 Visualizza il messaggio
    1.La prima cosa da fare è accedere al prompt di ripristino, per farlo bisognerà premere F8 durante la fase di avvio e scegliere l’opzione "Ripristina il Computer";
    ciao a tutti!..ok..parto male perchè io quando schiaccio F8 all'avvio non accade nulla continua normalmente la configurazione di seven..premetto che uso un portatile dv7 e se magari avete qualche consiglio a riguardo mi fareste un favore

  10. #10
    L'avatar di sistemista
    sistemista non è in linea Topo di biblioteca
    Luogo
    Prato
    Post
    2,305
    Il tasto F8 deve essere premuto ripetutamente in fase di avvio tra la schermata di Boot e l'avvio del sistema operativo,in poche parole quando accendi il portatile comincia a premere il tasto F8 ripetutamente.
    Sono stato nella terra del terrore e dei Vampiri...la transilvania? No!..in Banca.
    A Lupara?Min***a...Tecnologia Sicula è!

+ Rispondi al Thread
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi